TERAPIA ALIMENTARE

Dr Michel MALLARD medico chirurgo specializzato in Fisiologia della Nutrizione

La tradizione popolare è portatrice da sempre delle conoscenze sulle proprietà curative di alcuni alimenti e al contrario delle patologie indotte o peggiorate con altri alimenti. Ogni giorno introduciamo sostanze e bevande che possono far ammalare o risanare.

Come siamo fatti di quello che mangiamo (Feuerbach), si capisce l’importante azione dell’alimentazione su gli organi e le loro funzione. Quindi non basta l’approccio calorico e la ripartizione tra glucidi, lipidi e protidi; c’è anche l’aspetto dei numerosi micronutrienti, presenti nell’alimentazione, che hanno delle propriétà specifiche. Visto la loro importanza, sono stati copiati chimicamente per fabbricare i nutraceutici.

Lungo gli anni, con tanta pazienza e attenta osservazione, i popoli hanno notato le azioni, reazioni e cambiamenti prodotti dagli alimenti sull’organismo. Ma prima di mangiare una pianta sconosciuta, erano attenti alla forma, l’odore ed il gusto e soprattutto al loro istinto “animale”; quello che permette di distinguere ciò di cui abbiamo bisogno da ciò che ci avvelena. Sapori e odori sono l’energia che si libera della pianta e che si mette o no in risonanza con gli organi, provocando un’attrazione o un rifiuto dell’individuo di fronte alla pianta.
Un esempio che tanti di noi hanno vissuto, è di essere attratto a mangiare le mandorle quando abbiamo una stanchezza da carenza di magnesio, tipo al cambiamento di stagione o al contrario, più facilmente, di essere spinto indietro di fronte ad un pezzo di carne avariata.
Alcune culture, molto vicine alle legge della natura hanno integrato lungo gli anni il suo insegnamento.
La più vecchia conosciuta è la Medicina Ayurvedica che da 50.000 anni, cita i benefici del cibo per scopi terapeutici. Più recentemente, i sumeri (4322 a.C.-2000 a.C.) all’origine della Medicina Mesopotamica, insieme ai accadi, assiri e babilonesi avevano già conoscenza delle proprietà delle erbe. Con la loro sedentarizzazione hanno cominciato a coltivare le cereali e di là a creare pane. Hanno imparato l’arte delle panificazione, creando 100 tipi di pane. Poi hanno scoperto il processo di fermentazione, quindi hanno inventato la prima birra. Sono stati probabilmente i primi a scoprire gli effetti dell’alcol.

A proposito della birra dicevano che ha la proprietà di “fare stare bene chi la beveva”.

Delle tavolette scritte in accadico, risalenti al 1700 a.C., dimostrano che nelle cucina erano utilizzate delle piante conosciute per le loro proprietà farmacologiche, come porro, cipolla, aglio, coriandolo, cumino, shuhutinnu, surunno e samidu.
Bella combinazione tra profumi, sapori ed effetti benefici sulla salute.
Per condire, si usava olio di oliva o di sesamo; e per dolcificare si usava miele e frutta secca. Hanno scoperto i processi di conservazione degli alimenti : fumigazione, salinizzazione e immersione nell’alcol.
Mangiavano poco carne rossa (solo quando l’animale aveva finito la sua vita di lavoro nei campi), carne bianca, selvaggina, cavalLette, pesce, cereali (orzo, miglio, frumento), frutta e verdure da loro orti. Sembra che la così detta “dieta mediterranea” ha preso le sue origine in questo periodo di sedentarizzazione dei nomadi.
2800 anni a.C. , ha iniziato in Cina la separazione tra commestibile e non commestibile.
Shen Nong è considerato il primo erboriste.
Ha scoperta che la Portulaca blocca la diarrea. Questa pianta è infestante comune di nostri orti.
Ricca di omega 3 è importante per prevenire le malattie cardiovascolare. 100 gr di foglie di portulaca contengono 350 mg d’ acido alfa-linolenico. Viene utilizzata a crudo per la preparazione di insalate a Napoli dove è abbinata alla rucola o cotta per la minestra o per il ripiano di ravioli, o frittate o sottaceto.
Ma nel mondo delle proprietà curative degli alimenti, la Cina è la Cultura la più particolare. In effetto, la scienza e la medicina cinese hanno da sempre come grandi principi di base le Legge del Dao, come il Yin e lo Yang , che si è completato qualche secolo a.C. con la legge dei 5 elementi (per approfondimenti, leggere nel sito, la presentazione dell’agopuntura).

Quindi tutti gli alimenti sono classificati secondo la loro dominanze Yin o Yang e specificati secondo il loro movimento energetico : di tipo legno o fuoco o terra o metallo o acqua.

Nella Medicina Tradizionale Cinese, oltre l’agopuntura, il medico consiglia una dieta basata su lo squilibrio energetico del paziente. E molto basata sul sapore dell’alimento sapendo che :

L’acido (movimento energetico “legno”, legato alla “loggia fegato / vescica biliare), sapore di primavera, è astringente : ferma traspirazione, diarrea, ipermenorrea.

L’amaro (movimento energetico “fuoco”, legato alla “loggia cuore / intestino tenue), sapore d’estate, elimina il calore e le tossine.

Il dolce (movimento energetico “terra”, legato alla “loggia milza-pancreas / stomaco), sapore d’estate indiano, tonifica le funzioni nutritive, è un fortificante.

Il piccante (movimento energetico “metallo”, legato alla “loggia polmone / intestino crasso), sapore d’autunno, promuove la circolazione energetica e sanguina, protegge dagli attacchi di energie perverse climatiche.

Il salato (movimento energetico “acqua”, legato alla “loggia rene / vescica”), sapore d’inverno, ammorbidisce le cisti e tumori, tonifica il sangue, e facilitando la circolazione dei liquidi, elimina i blocchi.

La Medicina Tradizionale Cinese ha anche descritto l’azione energetiche di ogni singolo alimento sui meridiani.
Per esempio, la noce agisce sul meridiano del polmone, del fegato, del rene e sul cervello e il sangue.
I Cinesi hanno così catalogati gli alimenti per categorie; per esempio quelli in grado di tonificare l’energia quando manca o rimuoverla quando è bloccate, o ancora quelli che nutriscono il sangue o le dinamizzano al bisogno.
Poi sono i riscaldatori usati in caso di patologia da freddo o al contrario i raffreddatore.
C’è anche la classificazione per tropismo di organo.
Nello stesso periodo, Ippocrate (460 a.C. – 377 a.C.) curava già con l’alimentazione e la metteva al primo piano : “Fa che il Cibo sia la tua Medicina e che la Medicina sia il tuo Cibo”

MEDICINA ENERGETICARIMEDI NATURALIMEDICINA MANUALERIFLESSOLOGIAOZONOTERAPIATERAPIA DELLA PSICHEINIEZIONI E INSUFFLAZIONI
PRENOTA UNA VISITA

Dott. Michel Mallard
Medico chirurgo
phone: +393405023405
e-mail: m.mallard@virgilio.it
PEC:  michel.mallard@fm.omceo.it

I materiali contenuti nel sito sono stati inseriti a scopo divulgativo e di pubblica utilità.
Nulla di ciò che è scritto in questo sito deve essere assolutamente interpretato come parere sostitutivo di terapie mediche.
L’autore declina ogni responsabilità in merito ad eventuali conseguenze negative che potrebbero derivare da un uso improprio delle informazioni contenute in questo sito.
Ogni scritto presente nel sito è stato controllato e verificato con attenzione, tuttavia l’autore declina ogni responsabilità, diretta e indiretta, nei confronti degli utenti e in generale di qualsiasi terzo, per eventuali imprecisioni, errori, omissioni, danni (diretti, indiretti, conseguenti, punibili e sanzionabili) derivanti dai suddetti contenuti.

Copyright © 2018 medicinanaturaleolistica. All rights reserved.

error: Il contenuto della pagina è protetto!